COSA SONO I RITMI CIRCADIANI? ecco le informazioni che contano…

Uno degli aspetti ancora poco conosciuti in Italia è quello relativo ai Ritmi Circadiani.

 

A cosa mi riferisco?

Te ne parlo a breve.

Prima ho giusto qualche informazione da darti per farti meglio comprendere l’argomento di questo articolo.

 

Credo che sia te che io siamo d’accordo sul fatto che la vita media dell’essere umano si sia allungata.

Ma vivere di più purtroppo NON significa godere di livelli di salute migliori.

 

In effetti, stiamo assistendo negli ultimi anni all’esplosione di un numero sempre maggiore di patologie e disfunzioni legate all’infiammazione cronica che colpiscono sia la sfera mentale sia quella fisica e che ormai NON nascono più solo in età adulta ma spesso ad esserne colpiti sono anche gli adolescenti.

Fortunatamente, stiamo iniziando (anche se in Italia con la solita lentezza che contraddistingue la nostra nazione) a comprenderne le cause: il nostro moderno stile di vita sta danneggiando anno dopo anno il nostro codice primordiale che ci ha permesso di mantenerci in salute fino all’avvento dell’era moderna.

Quello che ho potuto notare in questi ultimi 11 anni, da quando mi occupo di ritmi circadiani e di infiammazione cellulare, è che il modo con il quale la nostra mente e il nostro corpo funzionano è radicalmente cambiato.

 

La scienza sui ritmi circadiani è ad oggi un campo che include biologi, esperti di esercizio fisico, osteopati, psicologi, nutrizionisti, oncologi, endocrinologi, biohackers e molte altre figure del settore della promozione della salute.

Quello che è emerso dalle varie ricerche e dalla mia pratica giornaliera sul campo in questi anni è che cambiando il modo in cui viviamo, effettuando dei semplici aggiustamenti, possiamo trovare la chiave per ripristinare i nostri ritmi ‘biologici’ originari e questo sarà con certezza alcuna la prossima rivoluzione nel campo della salute.

NON so se tu abbia già avuto modo di familiarizzare con il campo dei ritmi circadiani prima di imbatterti in questo articolo e nei miei canali social legati a Zero infiammazione – Il Metodo Originale ma tieni a mente che è un settore battuto solo recentemente.

In effetti se ne inizia a parlare solo da pochi anni.

Nel 2017 è stato proprio assegnato il Premio Nobel in quanto è stata finalmente riconosciuta l’utilità di questo campo di ricerca per il suo impatto sulla salute umana.

 

Se al contrario NON ne hai mai sentito parlare NON preoccuparti: il concetto è molto semplice.

 

Il termine circadiano deriva dai termini Latino circa (intorno) e diem che significa giorno.

 

I ritmi circadiani sono quindi quei processi biologici che ogni pianta, animale ed essere umano manifestano nel corso delle 24 ore.

Questi ritmi sono in realtà interconnessi tra le specie e sono regolati da orologi interni circadiani (o biologici) che attivano o disattivano le nostre funzioni corporee.

 

Ognuna delle tue cellule possiede un orologio (in Inglese si definisce Clock) che stabilisce quando alcuni dei tuoi geni e alcune delle tue funzioni organiche debbano attivarsi e disattivarsi.

Questi geni influenzano ogni aspetto della tua salute.

Per esempio, quando sei in salute, possiedi sicuramente un’ottima qualità del sonno: la sera ti addormenti senza grandi fatiche e riposi senza mai svegliarti durante la notte (nemmeno per andare in bagno).

La mattina seguente ti svegli fresca e pimpante per andare a lavoro o per svolgere le tua attività giornaliere.

Il tuo intestino funziona correttamente.

 

Hai ancora attivo il giusto equilibrio tra senso di fame e senso di sazietà e la tua mente è così lucida da permetterti di prendere le giuste decisioni senza entrare continuamente in confusione.

La mattina hai il giusto livello di energia e di forza per svolgere della sana attività fisica.

Di sera sei stanca abbastanza per addormentarti senza particolari sforzi.

 

Tuttavia quando i tuoi ritmi circadiani iniziano ad essere disturbati anche per solo uno o due giorni il tuo orologio circadiano principale (il Master Clock) NON è più in grado di inviare i giusti messaggi ai tuoi geni e le tue funzioni corporee e mentali NON funzionano più come dovrebbero.

Se queste alterazioni durano per giorni, mesi o anni inizi a soccombere ad ogni genere di disturbo o patologia, dall’insonnia fino al disturbo da deficit di attenzione (ADHD), depressione, ansia, emicrania, diabete, obesità, disturbi cardiovascolari, demenza e in casi piuttosto avanzati cancro.

 

Fortunatamente, è abbastanza semplice risincronizzare i tuoi orologi biologici interni.

Puoi rimettere tutto in ordine in poche settimane.

Ristabilendo i tuoi corretti ritmi circadiani potrai rendere reversibili alcuni dei maggiori disturbi accelerando i processi di autoregolazione e autoguarigione del tuo corpo riguadagnando la tua miglior salute.

 

Un perfetto allineamento con i tuoi ritmi circadiani ti aiuterà, ripristinando il modo in cui il tuo corpo risponderà a dieta ed esercizio fisico, a velocizzare i tuoi processi di miglioramento estetico.

 

Se stai cercando di ridurre girovita, ritenzione e cellulite per ottenere un corpo più snello e sodo il ripristino dei tuoi ritmi circadiani è la prima strategia per te da seguire ancora prima di scegliere dieta ed esercizio fisico.

Prima di lasciarti voglio consigliarti un test.

 

Le domande che troverai qui di seguito si riferiscono a vari sintomi e segni di cui puoi soffrire da più o meno anni.

La presenza o meno di risposte positive può colpire in maniera più o meno intensa la tua qualità del sonno e i tuoi stimoli fame-sazietà.

Vedila in maniera positiva: rispondere in maniera affermativa ad un gran numero di domande può permetterti di comprendere la causa dei tuoi problemi di salute e di estetica (un’alterazione dei tuoi ritmi circadiani) per poi intervenire per rimettere ordine dove ordine NON c’è.

Per esempio molti di noi oggi dormono male e sempre meno o mangiano ad orari poco naturali per il nostro corpo: conoscere quali fattori colpiscono il tuo organismo e quali alterano la funzione dei tuoi orologi biologici interni ti permetterà di intervenire e di agire nel miglior modo possibile.

 

Ora stop.

Passiamo al test.

 

 

Le varie domande saranno divise per sezioni.

Leggile con attenzione e annota le risposte positive.

Ti aspetto in fondo all’articolo.

 

1.Sezione Salute Fisica

 

  • Sei in sovrappeso?
  • Hai ricevuto una diagnosi di Diabete o Pre-Diabete?
  • Stai assumendo da tempo farmaci per disturbi cronici come pressione alta, colesterolo elevato, asma, reflusso gastrico, dolori articolari o insonnia?

 

  • Il tuo ciclo mestruale è irregolare?
  • Hai vampate o disturbi del sonno collegati alla menopausa?
  • Soffri di calo del desiderio sessuale?

 

  • Soffri della sindrome dell’intestino irritabile?
  • Hai una diagnosi per Fibromialgia?
  • Hai una diagnosi per Sclerosi Multipla?

 

  • Soffri di frequenti dolori alla schiena?
  • Soffri di raffreddori frequenti?
  • Tendi a contrarre con facilità le influenze stagionali?

 

  • Soffri di frequenti dolori addominali, bruciori al petto o hai difficoltà a digerire?
  • Soffri di frequenti emicranie o mal di testa?
  • I tuoi occhi sono spesso stanchi e arrossati a fine della giornata?

 

2.Sezione Salute Mentale

 

  • Ti ritieni un persona ansiosa?
  • Il tuo umore è spesso di bassa qualità?
  • Hai difficoltà a concentrarti da tempo?

 

  • Perdi frequentemente o non ricordi dove riponi oggetti come occhiali, chiavi della macchina, chiavi di casa o altro simile?
  • Tendi a dimenticare nomi e facce delle persone?
  • Ti senti spesso stanca al risveglio e nella prima parte della giornata?

 

  • Ti svegli spesso senza energie?
  • Soffri di attacchi di fame notturni?
  • Hai spesso difficoltà a prendere decisioni?

 

  • Soffri di frequente irritabilità?

 

3.Sezione Abitudini Comportamentali

 

  • Effettui da tempo meno di 5000 passi al giorno?
  • Passi meno di un’ora al giorno all’aria aperta?
  • Svolgi attività fisica con regolarità dopo le ore 16.00?

 

  • Passi più di un’ora sul computer, sul tuo smartphone o davanti la TV prima di andare a letto?
  • Hai l’abitudine di consumare bibite alcoliche (cocktail, vino o birra) dopo cena o poco prima di andare a dormire?
  • Bevi meno di 2 litri di acqua al giorno o hai perso lo stimolo della sete?

 

  • Bevi spesso caffè o thè nel pomeriggio-sera?
  • Senti la necessità di consumare alimenti ad alto contenuto di carboidrati/zuccheri (pizza, biscotti, pasta, pane, crackers, succhi di frutta e simili  o energy drink (Redbull o simili) per aumentare i tuoi livelli di energia?
  • Dormi di notte con la luce accesa?

 

  • Dormi da anni meno di 7 ore a notte?
  • Hai bisogno di far suonare la sveglia più volte per alzarti dal letto la mattina?
  • Durante il week-end sei così stanca da voler dormire tutto il tempo?

 

  • Hai la tendenza a consumare qualsiasi alimento ti capiti a tiro anche se non hai fame?

 

Fine delle domande.

 

Come interpretare il test che hai appena svolto?

Sono certo che avrai risposto a molte di queste domande in maniera affermativa: più sono i SI e maggiore è la tua lontananza da un corretto funzionamento del tuo orologio circadiano.

 

NON ci giro intorno: NON è per te qualcosa di molto positivo!

 

E NON puoi dare la colpa allo STRESS, come di solito tende a liquidarti il tuo medico quando NON sa cosa dire.

 

Dopotutto chi può dire oggi di NON essere stressato?

La cosa importante NON è lo stress in sé (NON possiamo eliminarlo) ma la capacità, la stabilità e la forza con le quali riesci a fronteggiarlo.

E sono altresì sicuro che alcuni sintomi che hai ‘barrato’ con un SI li consideri normali perché ‘dopotutto li hanno tutti’ o perché stai pensando ‘eh, ma ne soffro da un vita!’.

Ma il fatto che un qualcosa sia comune NON significa che sia positivo o normale.

 

Quello che voglio dirti è che se hai risposto in maniera affermativa a più di 5 tra le domande che ti ho appena posto allora DEVI correre ai ripari se vuoi dare una spinta poderosa alla tua salute e vedere la tua estetica migliorare con maggiore velocità.

 

Ora che sai tutto cosa hai intenzione di fare?

Scopri tutto adesso da qui => www.zeroinfiammazione.it.

Ciao.

 

Danilo

NON FERMARTI QUI
CONTINUA A LEGGERE