NERVO VAGO: la tua arma in più ai tempi del coronavirus…

Perchè il nervo vago è il tuo alleato numero uno in questo momento di stop forzato?

Ho iniziato a darti alcune informazioni importanti, con questo articolo, su come gestire al meglio questo periodo di stop forzato.

Partendo dal mio consiglio di restare a casa, il confinamento all’interno delle tue mura domestiche ti da il vantaggio di riconquistare qualcosa di molto prezioso: il tempo.

Il denaro va via.
E se siamo abili possiamo anche riconquistarlo.

 

‘Il tempo è l’unico fattore che viene scandito e misurato per tutti nello stesso modo’

 

NON fa distinzioni di classe sociale, di cifre sul tuo conto in banca, di razza o religione.
Passa per me, per te, per chi abita in Asia, in Africa o in America allo stesso identico modo.

Sta a te decidere in questa nuova fase della tua vita che ti introdurrà, nell’immediato futuro, in un nuovo mondo fatto di nuove regole come impiegare i minuti, le ore e i molti giorni che hai a disposizione.

Tutti noi abbiamo paura.

Forse io ne ho un pò più di te: mi trovo fermo ora ad Alessandria, una delle provincie maggiormente colpite dal Coronavirus dal giorno 6 marzo.

Cosa succede ora in Lombardia e in 14 province chiuse per decreto

Ho deciso di NON rientrare furiosamente a casa, nonostante avessi un treno già prenotato da tempo,  ( anche dopo aver saputo di esser in zona rossa prima dell’estensione a livello nazionale ) per NON mettere a rischio molti dei miei conoscenti e molti dei miei vicini di casa che hanno ormai superato per oltre un 50% la soglia dei 60.

Ma questa è stata una mia scelta.

Chi ha fatto il contrario ha deciso in maniera differente: il pensiero di NON poter rivedere per molto tempo i propri cari li ha portati ad agire così.

Sono stati incoscienti, è vero.

Avrebbero potuto restare a casa ma allo stesso modo in cui penso questo, NON voglio giudicarli.

Quello che a me interessa in questo momento è proteggere me stesso, i miei cari e impiegare nel giusto modo il tanto tempo che ho a disposizione.

Oltre a leggere e documentarmi giornalmente e a portare avanti il mio lavoro con il mio programma online Zero Infiammazione Privè metto in pratica personalmente i consigli con i quali negli anni ho aiutato centinaia di persone.

 

A cosa mi riferisco?

Alla stimolazione del tuo nervo vago.

Il tuo nervo vago è parte integrante delle strategie che devi mettere in pratica per il recupero dei tuoi ritmi circadiani e per il mantenimento della tua migliore efficienza immunitaria.

Se hai letto questo articolo ti ho consigliato una serie di strategie X per poter rieducare il tuo corpo verso una corretta circadianità che ha legami diretti con nervo vago e sistema immunitario.

 

Quali sono le evidenze che indicano una tua scarsa attività del tuo nervo vago e che ti espongono a maggiori rischi per la tua salute?

 

– Risvegli notturni.
– Stanchezza al risveglio.
– Mancanza di fame al risveglio.
– Mancanza di sete al risveglio.
– Eccessiva irritabilità.
– Variazioni umorali improvvise.
– Eccessiva voglia serale di cibi dolci o salati.
– Difficoltà di concentrazione.

 

Quelle che vedi sono le principali evidenze da infiammazione cellulare: questo dimostra ancora una volta come il tuo nervo vago sia il primo attore che ti permetterà di raggiungere livelli di salute e di protezione maggiori.

Ma per far questo, per riattivare alla massima potenza di questo tuo nervo, che i latini definivano vagabondo, dovrai agire proprio per eliminare tutte le tue evidenze da infiammazione cellulare il prima possibile.

 

Come puoi ottenere tutto questo?

Ecco alcuni consigli che potranno tornarti utili in questo inedito periodo storico.

 

PUNTO 1: Consuma alimenti ricchi di Omega-3.

Risultato immagini per alimenti ricchi di omega 3

Il pesce è ricco di omega-3 e può aiutare la funzionalità del tuo sistema nervoso e del tuo cervello.

Sgombro, merluzzo, sardine e tonno sono ottime fonti di questa tipologia di grassi essenziali.
A tutto questo puoi associare altri alimenti che spesso sono meno noti ma che contengono allo stesso modo ottime quantità di questi acidi grassi.

So che in questo periodo è un pò più complesso approvvigiornarti a causa dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo: per questo ti fornisco una lista di alimenti più ricca in modo tale che tu, dopo le lunghe code al supermercato, possa andare a colpo sicuro senza spendere denaro per alimenti che ti serviranno se NON per tirarti su di morale:

Ecco qui cosa scegliere con cura:

– Semi di lino.
– Semi di chia.
– Semi di zucca.
– Semi di girasole.
– Noci.
– Mandorle.
– Nocciole.
– Avocado.
– Verdura a foglia verde in genere.

 

Da questi poi dovrai eliminare tutti quei cibi stimolatori dell’istamina altrimenti, elevando grado infiammatorio e permeabilità capillare, otterrai un effetto opposto e negativo come spiego nel libro i segreti della dieta circadiana.

 

PUNTO 2: elimina queste classi di alimenti.

Molte persone pensano che per difendersi da attacchi esterni basti solo integrare selvaggiamente: questo è assolutamente falso.

L’integrazione deve completare un quadro alimentare, fisico, metabolico, nervoso e ormonale già ottimale.

Se da ormai troppo tempo la notte dormi male, se sei spesso senza energie, se il tuo stile di vita è pessimo e se il tuo cortisolo è alle stelle introdurre grammi su grammi di integratori NON ti darà grandi risultati.

Prima sistema il macro ( il modo in cui funzioni e le tue abitudini ricorrenti sia legate alla sfera alimentare sia a quella atletica ) e poi completa con il micro.

Quando un quadro è orrendo da guardare NON sarà una bella cornice a renderlo migliore.
Dipingi prima il tuo miglior quadro di te stessa e poi integralo con preziose sostanze.

Facendo affidamento solo sul secondo aspetto otterrai sempre molto poco.

 

Quali alimenti evitare?

In primis quelli ricchi di istamina e poi tutti questi:

 

– Alcool: colpisce negativamente il tuo sistema nervoso rallentando il suo lavoro. Esiste una stretta relazione tra sistema nervoso e sistema immunitario.

 

La relazione è diretta: meno curerai il tuo sistema nervoso, meno lavorerà di qualità il sistema immunitario

 

– Elimina gli Alimenti Confezionati: so che stai vivendo un momento particolare all’interno della tua abitazione.

Forse la stai condividendo con persone a te poco gradite e che la tentazione di sgranocchiare qualcosa di saporito ( dolce o salato ) per un attimo può permetterti, attraverso scariche di serotonina e dopamina, di alleggerire per qualche minuto la la tensione.

 

Può essere una buona soluzione?

NO.
Evita di farlo.

 

Perchè questo?

Un eccesso di conservanti e agenti chimici presenti negli alimenti confezionati aumenta i livelli di infiammazione cellulare, riduce la forza del tuo nervo vago e danneggia le risposte del tuo sistema nervoso.

 

Ricordi la relazione sistema nervoso-sistema immunitario?

Il dialogo tra il sistema immunitario e quello nervoso - Centro di Medicina Biologica

Tienila sempre a mente.

Il primo è legato al secondo.

Elimina o riduci al minimo la caffeina soprattutto se ti senti stanca la mattina per molte ore: so che di solito tendi a consumare caffè per avere una scarica di energia.

Tuttavia un eccesso di questo alcaloide alla lunga potrà danneggiare il tuo cervello e far peggiorare nel tempo i tuoi livelli di energia.

 

Perchè accade questo?

A causa di una riduzione, data dalla vasocostrizione causata da un eccesso di caffeina, del flusso sanguigno al tuo cervello.

Un’eccesso di caffeina può condurre negli anni a depressione, stati d’ansia, irritabilità e disturbi del sonno.

Quattro aspetti che quando presenti indicano scarsa attivazione e scarsa protezione da parte del tuo nervo vago.

 

Nervo vago inefficiente = sistema nervoso alterato = sistema immunitario indebolito

 

PUNTO 3: Respira.

Uno dei modi migliori per stimolare il tuo nervo è quello legato al tuo modo di respirare.

In che modo puoi fare tutto questo?

 

– Siediti i maniera confortevole.
– Chiudi gli occhi e osserva il tuo naturale respiro.

– Inspira per 2 secondi con il naso gonfiando la pancia.
– Trattieni il respiro per 3 secondi.
– Espira per almeno 6 secondi con la bocca e rilascia l’addome.

 

Ripeti tutto per 5 minuti dalle 2 alle 3 volte al giorno a partire dalle ore 16.00 in poi.

 

Risultato immagini per breathing

Segui le mie istruzioni.

Consuma alimenti ricchi di omega-3.
Elimina i cibi raffinati.
Limita la caffeina.

Respira.
E soprattutto stai a casa.

Ciao.

 

Danilo

 

 

Scopri ora le migliori tecniche di attivazione e di stimolazione per il tuo nervo vago con questo primo libro italiano:

libro sul nervo vago

NON FERMARTI QUI
CONTINUA A LEGGERE