LA SARCOPENIA: ecco come bloccare la perdita del tuo tono muscolare.

Oggi ti parlo Sarcopenia.

 

E’ la prima volta che senti o leggi questo termine?

Se ne hai già sentito parlare troverai utile il ripasso e le soluzioni che ti darò e che ti consiglio di mettere in pratica per evitare di diventare una donna budino o un uomo molliccio a partire già da domani.

Se per te è nuovo sappi che questo termine significa senza farla lunga: perdere il tuo tono muscolare fino al 40% del tuo quantitativo.

Non solo.

Quando il tuo corpo inizia a perdere tono si verificano queste 3 situazioni + una quarta di estrema importanza che ti permetterà di proteggere più a lungo la tua salute ( valuta se sta succedendo anche a te ):

  • Il tuo metabolismo si riduce e tendi ad ingrassare soprattutto su pancia, addome e glutei.
  • La tua ritenzione idrica aumenta a causa della diminuzione del tuo tono muscolare.
  • Senti quella tremenda sensazione di decadimento muscolare che vorresti far sparire in un nanosecondo ma come sai è impresa impossibile a meno che tu non possieda la famigerata bacchetta magica.
  • Il tuo corpo tenderà ad ammalarsi con maggiore frequenza in quanto una ridotta percentuale di tono muscolare farà crollare i livelli di IL-6 ( Interleuchina ), un potente antinfiammatorio naturale.

 

Dopo questa premessa allora mi sento di farti questa domanda:

 

Vuoi conoscere le cause e le soluzioni per continuare a godere di un buon tono muscolare, di una linea invidiabile e di una salute di ferro?

Bene, se la risposta è SI come credo di aver letto nei tuoi pensieri allora lascia che ti spieghi come stanno le cose e mettiti comoda perché ne avremo per circa 3’.

Saranno 3’ minuti determinanti dove ti dirò tutto ciò che devi sapere ( e che nessuno ti ha mai raccontato ) per combattere l’odioso decadimento muscolare e che ti aiuterà finalmente a bloccare del tutto la sua diminuzione.

 

sarcopenia

Cosa avviene con il passare degli anni al tuo tono muscolare?

Ritorno un attimo sul termine Sarcopenia. Il significato semplice di questo termine è: perdita di tono muscolare.

A partire dal 20° anno di età fino all’80° anno di età ( soprattutto se sei una donna ) sei destinata a perdere fino al 40% del tuo tono muscolare con tutte le implicazioni negative del caso:

  • Perdi forza e diventi più debole ( anche i più piccoli sforzi ti sembrano difficoltosi ).
  • Aumenta il tuo grasso in eccesso, il tuo peso per via della riduzione del metabolismo e degli zuccheri circolanti nel tuo sangue che restano intrappolati nel tuo corpo perchè non hanno più un contenitore, i tuoi muscoli, dove essere depositati.
  • Aumenta la tua ritenzione idrica a causa dell’aumento dell’acqua presente all’interno del tuo corpo per via della distruzione dei tuoi muscoli.
  • La tua capacità antinfiammatoria diminuisce per le nota riduzione di IL-6.

 

Devo inoltre rivelarti che i tuoi muscoli, se già non lo sai, sono il maggior contenitore di acqua e zucchero che il tuo corpo possiede e quindi in ottica di miglioramento della tua ritenzione idrica dovrai far tutto il possibile per evitare di ridurli o per aumentarli.

Quando li perdi lo zucchero presente al loro interno va in circolo e blocca in tutto e per tutto il meccanismo della lipolisi ( utilizzo dei grassi a scopo energetico ).

Stesso destino per l’acqua: non potendo sgorgare dai pori della tua pelle resterà intrappolata nel tuo corpo e andrà ad aumentare l’acqua da ritenzione che in questo caso è definita falsa ritenzione idrica o ritenzione da sostituzione.

 

Non stupirti se né…

  • Il tuo medico
  • La tua nutrizionista
  • Il tuo personal trainer che non apre un libro da almeno 10 anni
  • La tua estetista

 

 ti hanno mai raccontato tutto questo.

La risposta è racchiusa tutta qui:

  • O non lo sanno
  • O non si aggiornano
  • O non vogliono che tu lo sappia così possono continuare a consigliarti i rimedi più strampalati nella speranza di farti vuotare il portafogli fino all’ultimo euro.

 

Come puoi renderti conto qui sul blog di Zero Infiammazione rilascio informazioni gratuite del valore di diverse centinaia di euro che se metterai in pratica già da domani ti daranno risultati incredibili e dispetto delle centinaia o migliaia di euro che hai già speso.

Poi se vorrai potrai decidere di accedere in tutta tranquillità al programma zero infiammazione privè o ai miei servizi di consulenza privata per stabilire come fare e cosa fare nel tuo caso specifico.

Ma adesso io e te abbiamo altro di cui parlare , quindi andiamo avanti.

Vediamo ora insieme quali sono i 3 fattori che portano il tuo corpo a ridurre gradualmente il tuo tono muscolare.

Presta attenzione soprattutto al numero 3 perché è quello che oggi inizia ad essere il principale indiziato e il principale responsabile di questa marcata riduzione.

 

FATTORE CHE CREA SARCOPENIA N° 1

La sedentarietà e la scarsa attività fisica sono tra i fattori che portano il tuo corpo a perdere tono muscolare.

perdita di tono muscolare

Esiste una legge definita dell’uso o del non uso.

Se una cosa non la utilizzi la perdi o quasi.

 

Hai presente quando qualcuno subisce un infortunio pesante ad un arto?

Mette il gesso per immobilizzare un braccio a una gamba e quando lo toglie i muscoli della parte colpita diminuiscono in maniera importante.

La gamba o il braccio della sfortunata ( spero per te che non ti sia mai accaduto ) perdono volume e tendono a ridurre gradualmente la loro circonferenza e la loro massa muscolare.

Poi con un po’ di fisioterapia tutto torna, con molta fatica, alla normalità. E a volte non si riesce a causa della gravità dell’infortunio a ritornare nella condizione di partenza.

 

Sai perché questo accade?

A causa della legge dell’uso o del non uso.  Non hai utilizzato l’arto a causa dell’immobilità ed il risultato è quello che ti ho descritto.

Ora ho voluto esagerare un po’ ma a grandi linee è quello che accade all’interno del tuo corpo quando hai una vita quasi completamente sedentaria e se eviti come la peste di fare attività fisica perché il tuo medico ti dice che i pesi fanno male perchè imputato di danneggiare la tua crescita  o perchè i loro uso costante possono danneggiare le tue ossa in modo irreparabile.

 

‘Mantenere un alto livello di tono muscolare per il tuo corpo vuol dire spendere energia’

 

Il corpo umano è pigro e fa di tutto per risparmiare fatica

Così facendo lo indurrai a fare un semplice ragionamento: ‘Utilizzo solo una parte dei miei muscoli quindi risparmio e ne riduco la quantità totale’.

Se non ti muovi e se non dici al tuo cervello che ogni millimetro dei tuoi muscoli è fondamentale per le tue funzioni quotidiane lui risparmierà: punto.

Non esiste un’altra via: manda in cassa integrazione ciò che non li serve e qualche muscoletto rischia anche il licenziamento.

 

Restando su temi aziendali cosa faresti se alla tua azienda mancasse per lungo tempo una parte del lavoro che normalmente gestisce?

Terresti tutti i tuoi operai e i tuoi impiegati oppure qualcuno, sempre che tu abbia la possibilità economica, lo manderesti a casa perché non sapresti che uso farne?

Tenerli tutti ti comporterebbe un dispendio economico eccessivo in assenza di entrate soddisfacenti.

Il tuo corpo ragiona così: poco lavoro, poco movimento e pochi operai. Gli altri a riposo o a casa.

Quando il lavoro riparte di nuovo le assunzioni riprendono.

 

Tieni a mente: le legge dell’uso e del non uso è fondamentale. La dieta da sola non ti salverà e questo già lo sai se da tempo iniziato a vedere quei noti segni di declino muscolare sul tuo corpo.

 

FATTORE CHE CREA SARCOPENIA N° 2

Le diete a basse calorie ( ipocaloriche e iperproteiche ) se protratte per troppi anni inducono una greve perdite del tuo tono muscolare.

dieta per dimagrire

Le diete che fai in maniera ripetuta nella speranza di dimagrire ti portano a perdere molto del tuo muscolare che potrai ricostruire, una volta perso, solo svolgendo attività fisica con i sovraccarichi.

Con i tanto amati o odiati pesi!

Quando mangi troppo poco e introduci troppe poche calorie il tuo corpo per mantenersi in vita è costretto a demolire il tuo tono muscolare per estrarre lo zucchero contenuto al suo interno per fornirti quel nutrimento necessario di cui tende ad essere sprovvista.

Questo è anche il motivo per il quale quando mangi come i pesci rossi tendi, alla prima abbuffata, ad ingrassare e a riprendere tutti i chili che hai perso.

Muscoli danneggiati: zucchero a zonzo nel tuo corpo, una parte viene utilizzata per il tuo nutrimento e una parte blocca i processi di dimagrimento portando a depositi adiposi soprattutto sulla pancia e sui fianchi.

Quindi lascio a te l’arduo compito di voler proseguire o no con questa strada suicida.

 

FATTORE CHE CREA SARCOPENIA N° 3

Lo stress a cui sei sottoposta giornalmente porta il tuo corpo ad utilizzare a scopo difensivo il tuo tono muscolare.

Il meccanismo è molto semplice, ora ti spiego.

Non sei progettata per essere sottoposta a stress costante, ovvero per avere la testa continuamente in attività su mille cose e per correre qui e là dalla mattina fino ad un secondo prima di andare a dormire.

Il tuo corpo è strutturato per fare sforzi estremi, sia mentali che fisici, soprattutto nelle prime ore della mattina e per ridurre gradualmente l’impegno già a partire dalle ore 15.00 – 16.00 del pomeriggio come spiegato nel capitolo due, del mio libro le virtù del vago, sul sistema nervoso autonomo.

La tua forma estetica che non ami e il corpo che desideri e che oggi ti sta impedendo di trasformarti per ritrovare la migliore versione di te stessa, per essere più gradevole e maggiormente piacente sono causati in parte dalle anomale condizioni a cui il tuo corpo è sottoposto.

E lui cerca di difendersi come può.

 

In che modo?

Demolendo il tuo tono muscolare per estrarre zucchero dal suo interno ( il tono muscolare è un’ottima riserva di zucchero e acqua ) per alimentare il circolo vizioso che il cortisolo crea.

Il cortisolo ti riporto alla mente è il principale ormone dello stress, come spiego in nel mio libro cortisolo top secret,  che se prodotto per troppo tempo in maniera sregolata mangerà senza tregua i tuoi tessuti molli, riducendo il tuo tono muscolare ( lo fa per estrarre glucosio ) e riversando una grande quantità di zucchero nel sangue.

 

‘Stress elevato e ripetuto nel tempo = Cortisolo troppo elevato = Sarcopenia e peggioramenti estetici’

 

Esistono delle domande a cui sottopongo in sede di primo incontro le mie clienti nel mio programma online zero infiammazione privè  e che sono parte fondamentale dei test necessari per stimare i tuoi livelli di infiammazione.

Leggile e rispondi con attenzione ( anche a mente ).
  • La mattina di svegli già stanca?
  • Durante la giornata hai spesso sonno?
  • Il tuo umore varia senza motivo?
  • La sera hai spesso voglia di cibi dolci e salati?
  • Soffri di stitichezza a fasi alterne?
  • Hai spesso bruciore di stomaco?
  • Sei sempre stanca?
  • Hai spesso le gambe e i piedi doloranti?
  • Hai grasso sulla pancia che non va via con dieta e attività fisica?
  • La tua ritenzione idrica è in aumento?
  • Il tuo umore varia senza motivo?

 

Ora se rispondendo a queste domande hai fatto filotto ( forse ) anche per te lo stress e l’infiammazione cellulare che ne consegue rappresentano la cause primarie delle tua perdita di tono muscolare, dell’avanzata della tua ritenzione idrica e di altri inestetismi collegati.

Vediamo subito cosa fare.

Ma prima di andare insieme a vedere come aiutarti per cercare di bloccare questa inesorabile perdita di tono muscolare capiamo insieme quali possono essere i segnali che devono porti sull’attenti e farti percepire che la sarcopenia sta avanzando.

 

 

Come puoi identificare la presenza di sarcopenia nel tuo corpo?

tono muscolare ridotto

 

INDIZIO N° 1

Carenza di forza e di energia.

La tua forza muscolare è strettamente legata alla presenza di un buon quantitativo di tono muscolare. Meno tono hai e meno forza sarai in grado di esprimere.

Quando compiere la più semplice delle azioni per te diventa complesso ( sollevare per esempio una busta della spesa anche leggera ) hai un’alta probabilità di sperimentare una netta perdita di tono muscolare.

 

INDIZIO N° 2

Diminuzione della velocità di esecuzione dei tuoi movimenti.

Se stai diventando più lenta di un bradipo oltre a soffrire di un periodo di stanchezza è molto probabile ( persiste da anni questa tua lentezza? ) che il tuo tono muscolare si stia riducendo in maniera importante.

 

Ti capita spesso ti camminare in maniera molto più lenta rispetto al passato e di stancarti quasi subito non appena compi un minimo sforzo?

Se la risposta è SI adesso conosci la causa. Te ne ho appena parlato.

I 2 indizi primari li abbiamo visti ( non serve aggiungere altro ): ora come promesso passiamo alle soluzioni che puoi e anzi ti consiglio vivamente di mettere in pratica per interrompere in maniera decisiva il tuo crollo muscolare.

Son certo che tu abbia ben compreso che il tuo tono muscolare è un componente molto importante del tuo corpo e che da esso dipende molto riguardo la tua salute e, se proprio di questo ancora non ti importa, soprattutto della tua forma estetica.

Mantenere intatti i muscoli permette al tuo corpo di avere una stanza sicura dove segregare zucchero e acqua impedendoti di:

 

  • Aumentare la tua ritenzione idrica.
  • Infiammare i tuoi tessuti corporei e veder peggiorare la tua cellulite.
  • Aumentare il tuo grasso soprattutto sulla pancia.

 

Gli zuccheri in circolo in maniera incontrollata ( l’infiammazione cellulare è la causa primaria ) possono scatenare ulteriori conseguenze molto più serie se non interverrai in tempo come:

  • Insulino-Resistenza.
  • Malfunzionamento del tuo metabolismo in genere.
  • Nei casi più gravi Diabete di tipo II.

 

Procediamo: seguimi perché ora andremo a vedere insieme le varie soluzioni da mettere in pratica già da domani.

 

 

RIMEDIO NATURALE ANTISARCOPENIA N° 1

Svolgere regolare attività fisica sia di tipo aerobico che anaerobico.

tono muscolare ridotto

Lo so che stai provando una sofferenza tremenda. E so anche che come al solito pensi che la soluzione sia riposta in una qualche pillola magica che forse il tuo medico panzone può prescriverti.

 

Credi ancora che l’ultimo macchinario magico della tua estetista possa soddisfare il tuo desiderio nascosto di ottenere un corpo sano, bello e snello?

Non funziona così.

La farmacologia è molto utile in situazioni di emergenza, in caso di grave rischio per la salute e fai bene quando sei davanti ad un pericolo immediato a mandare giù una bella pasticca o una bustina effervescente.

Allo stesso modo la tua estetista sono certo che sarà molto brava a consigliarti il giusto abbronzante per la tua lampada settimanale o farti delle sopracciglia da sballo con le quali potrai conquistare a suon di sguardi tutti gli uomini del mondo.

Io ad esempio non faccio le sopracciglia perchè non è affar mio e pertanto cerco di starmene dalla mia parte per evitare ti mandarti in giro chissà solo come Dio lo sa.

Quindi anche la tua estetista farebbe meglio a farsi gli cazzi suoi soprattutto quando si parla di recupero del tono muscolare e di tonificazione: se esistesse una legge in grado di condannare le venditrici o i venditori di massaggi tonificanti larga parte dei luoghi di detenzione sarebbe popolata da chi ha fatto dell’estetica la propria professione.

 

Perchè ti dico questo?

Semplice.

Perchè sono cose che un’estetista non conosce, che non ha studiato e che non ha mai messo in pratica.

 

‘I farmaci, i luoghi comuni del tuo medico, le diete e le tecniche estetiche non hanno il potere di ricreare il tuo tono muscolare’

 

Piacerebbe anche a me, visto che svolgo regolare attività fisica da oltre 30 anni, stare fermo e ottenere gli stessi risultati in termini di tonificazione senza alzarmi dal divano.

Ma non posso farlo!

L’attività fisica intesa con l’utilizzo dei sovraccarichi ( eh si dovrai #muovereilculo e fare un po’ di sana attività con i pesi ) è l’unica strada in grado di mandare il segnale di ricostruzione ai tuoi muscoli per farli aumentare.

E’ la sola via.

L’ha stabilito la natura, per me, per te e per tutti noi.

Quindi dacci dentro e somma a questa una giusta dose di lavoro aerobico ( tapis roulant, cyclette e camminata veloce all’aria aperta ) per migliorare la funzionalità del tuo cuore e per aumentare la tua capacità di muoverti in genere.

E se hai risposto in maniera positiva ad almeno 2 delle domande presenti nel fattore 3 è altamente consigliabile per te svolgere attività fisica nelle prime ore della mattina per ridurre i livelli di infiammazione cellulare e quindi stimolare in maniera ottimale il tuo recupero e la crescita del tuo tono muscolare.

 

RIMEDIO NATURALE ANTISARCOPENIA N° 2

Svolgi un’alimentazione a basso apporto acidificante con un carico energetico elevato soprattutto a colazione.

Piccola premessa prima di affrontare la soluzione n° 2.

Di solito chi va incontro a sarcopenia ( perdita del tono muscolare ) segue un’alimentazione di base bassa in calorie e a volte povera di proteine.

Questa può essere un’ulteriore causa di perdita di tono muscolare data dal basso calorico che spinge il tuo corpo a cannibalizzare il tuo muscolare per estrarre dall’interno l’energia necessaria alla tua sopravvivenza.

Altra causa oltre a questa è un eccesso di acidificazione subclinica dei tessuti del tuo corpo.

 

Cosa vuol dire?

Ora ci arrivo, lascia che ti spieghi.

Quando mangi un qualsiasi alimento questo nel venir digerito produce all’interno del tuo corpo delle sostanze che possono essere basiche, acide o neutre.

Nel primo caso ci troviamo di fronte ad alimenti come frutta, verdura e tuberi ( patate e patate americane per esempio ). Di questo gruppone fa parte la frutta secca ‘dolce’ ( fichi secchi, datteri, albicocche essiccate etc ) ma ne sono escluse le fonti di frutta secca oleosa ( noci, mandorle, anacardi etc ) che sono acidificanti ad eccezione delle nocciole e delle noci di Macadamia.

Nel secondo caso ti parlo di alimenti derivati dai cereali in genere ( pasta, pane, biscotti etc ), dal latte ( formaggi, mozzarelle, burro etc ) e dalle proteine animali ( carni rosse e bianche e pesce ).

Un abuso eccessivo di proteine animali, latte e derivati e cereali acidifica in maniera importante il tuo organismo che si vede costretto ad intervenire allo scopo di tamponare l’eccessiva acidosi subclinica ad attaccare il tuo tono muscolare per estrarre dal suo interno il calcio e il potassio necessari per riequilibrare la tua condizione.

L’utilizzo continuo di calcio e potassio a porta all’insorgenza di altri fattori di altissima importanza:

  • Il tuo metabolismo si riduce.
  • Perdi zucchero dai muscoli che va in giro nel sangue ( blocco della lipolisi ).
  • Perdi acqua dai muscoli ( aumento della tua ritenzione soprattutto a livello di arti inferiori per effetto in primis della forza di gravità ).

 

Tieni a mente inoltre che la presenza di un numero elevato di evidenze da infiammazione cellulare è un ulteriore fattore di acidificazione dei tessuti del tuo corpo e che se sommato ad uno schema alimentare strutturato su un eccesso di pasta, pane, latte e proteine, unitamente ad uno scarso rispetto dei tuoi ritmi circadiani,  impacchetta una bella bomba ad orologeria per il tuo tono muscolare.

E la sarcopenia aumenta.

Insomma il tuo tono muscolare scende vertiginosamente e la possibilità di diventare sempre più come il budino cameo per te si avvicina sempre più.

A tutto ciò molto spesso poi la maggior parte delle donne ( non so se è il tuo caso ) tende a sommare un eccesso di attività fisica che peggiora il quadro che ti ho appena descritto.

 

Cosa devi fare dal punto di vista alimentare per arrestare il rapido e veloce declino muscolare?

La presenza di alimenti tamponanti e basificanti è di assoluta importanza.

Introduci un paio di frutti a colazione tra cui almeno un kiwi o una banana devono essere presenti per apportare magnesio e potassio al tuo organismo per facilitare il recupero, per arrestare la perdita di tono muscolare e pere rendere i tuoi tessuti meno acidi.

A pranzo soprattutto nelle prime fasi di recupero della tua situazione è preferibile sostituire alle fonti di cereali ( pasta, pane e alimenti simili ) una fonte di zuccheri non acidificanti: ad esempio una porzione piccola di patate lesse, al forno o al vapore può essere la giusta soluzione per te.

A questo potrai aggiungere una fonte di vegetali preferibilmente a foglia verde ( cavolo verde, kale e spinaci per esempio sono ricchi di calcio ) per potenziare il recupero permettendoti di bloccare la perdita del tuo tono muscolare grazie alla presenza di ottime quantità di magnesio, calcio e potassio.

A cena ( massimo entro le ore 19.00 ) una fonte piccola di proteine ( carne, pesce o uova ) più un’ulteriore porzione di vegetali per la motivazione che ti ho sempre indicato.

Ti consiglio ad ogni modo di ripetere periodicamente il test che hai visto in alto e registrare il numero delle tue risposte positive.

Se diminuiranno di numero a seguito dei tuoi interventi nutrizionali e fisici potrai già avere una buona indicazione sul fatto che il tuo percorso ti sta portando su una buona strada per interrompere la perdita del tuo tono muscolare.

Ti evito volutamente di ritornare in alto e ti indico nuovamente le domande alle quali prestare attenzione a partire da questo momento:

  • La mattina di svegli già stanca?
  • Durante la giornata hai spesso sonno?
  • Il tuo umore varia senza motivo?
  • La sera hai spesso voglia di cibi dolci e salati?
  • Soffri di stitichezza a fasi alterne?
  • Hai spesso bruciore di stomaco?
  • Sei sempre stanca?
  • Hai spesso le gambe e i piedi doloranti?
  • Hai grasso sulla pancia che non va via con dieta e attività fisica?
  • La tua ritenzione idrica è in aumento?
  • Il tuo umore varia senza motivo?

 

Il principale miglioramento in caso di giuste correzioni alimentari e fisiche ( attività motoria con i pesi ) lo potrai notare già da subito con l’aumento della tua energia generale, della tua forza e attraverso il miglioramento della qualità del tuo sonno.

E vedrai gradualmente ridursi il numero dei tuoi risvegli notturni per andare in bagno.

Il fatto di svegliarti almeno una volta di notte con una certa regolarità testimonia che il tuo corpo sta già percorrendo una strada ormonale e metabolico poco sicura.

 

RIMEDIO NATURALE ANTISARCOPENIA N° 3

Inserisci nella tua alimentazione cibi contenenti fonti di omega-3 e integra un’eventuale carenza.

principali fonti di omega 3

Le fonti di Omega-3 ti sono particolarmente utili per ridurre le evidenze da infiammazione cellulare.

Ad esempio combinare dello sgombro, del salmone, delle sardine e delle verdure a foglia verde ( anche qui ritroviamo spinaci, kale e cavolo a foglia verde ) è un ottimo modo per consumare delle fonti di Omega-3.

Il pesce, soprattutto quello che proviene da acque fredde, è una grande fonte di EPA (acido eicoisapentenoico) e DHA e possiede quindi altissime proprietà antinfiammatorie.

 

Cosa otterrai mettendo in pratica già da domani questi rimedi naturali anti-sarcopenia?

  • Bloccherai la perdita del tuo tono muscolare. Un tono muscolare più vigoroso e presente ti permetterà di avere una qualità di vita assolutamente migliore e svolgere le tue azioni quotidiane non sarà più così pesante e difficoltoso come oggi.
  • Manterrai attivo il tuo metabolismo. Il tono muscolare è strettamente collegato al tuo metabolismo. Maggior tono muscolare avrai più forte e potente sarà il tuo metabolismo in tutte le 24 ore della giornata. Brucerai quindi un maggior quantitativo di grassi anche a riposo e manterrai attiva la tua capacità antinfiammatoria grazie alla presenza di maggiori livelli di interleuchina 6.
  • Dirai al tuo corpo dove immagazzinare acqua e zucchero. Come ti ho accennato il tuo tono muscolare è un ottimo contenitore di acqua e zucchero. Se il contenitore si rompe sotto l’influenza della sedentarietà, dello stress e di un’alimentazione eccessivamente acidificante acqua e zucchero andranno in giro liberamente creando ritenzione idrica e accumuli di grasso.

 

A tutto questo dovrai aggiungere senza discutere dell’attività fisica con i pesi, come quella che ho strutturato nel programma zero infiammazione privè e nei miei percorsi di consulenza privata, che ti permetterà di dare il tuo corpo il giusto stimolo tonificante.

 

FORMULA MAGICA ANTISARCOPENIA DA CUSTODIRE e DA RECITARE TUTTI I GIORNI A PARTIRE DA DOMANI

 

Regolare attività fisica con i pesi ( da 6 a 12  volte mese in base al risultato del Beta Test ) + Alimentazione a basso impatto acidificante ( zero zuccheri/carboidrati la sera ) + Fonti di Omega-3 nel tuo schema alimentare tipo

 

 

Per adesso è davvero tutto.

A presto

 

Danilo

 

Vuoi scoprire in che modo selezionare senza sbagliare i migliori alimenti per metter fine alla tua perdita di tono muscolare? Scopri il libro…

I segreti della dieta circadiana

NON FERMARTI QUI
CONTINUA A LEGGERE